Scegli il colore disponibile

€590,00
Oro FogliaOro satinatoArancione trasparenteRosso trasparenteNero e Oro Foglia
1
1
1
1
1

DESCRIZIONE

Artista: Annarita Buonanno
Dimensioni: 24x28x30cm
Materiali: Resina colorata/Vetroresina/Resina e foglia oro
Varianti: Oro cromato, oro satinato, arancione trasparente, rosso trasparente

 Il “fascinus” dell’antica Roma: l’amuleto a forma di fallo che proteggeva contro il malocchio.

uno dei grandi spauracchi della Roma antica era il fascinus, il malocchio, un influsso malefico che si riteneva venisse trasmesso a parole, con dei gesti particolari oppure semplicemente con uno sguardo. Era il cosiddetto oculus malignus, “occhio maligno”, esatta corrispondenza antica del termine “malocchio”: si pensava che esistessero persone, dotate di occhi deformi o incantatori, capaci di lanciare malefici solo guardando una persona.

Il fascinus poteva avere molti effetti, anche fatali (al malocchio erano attribuite anche morti improvvise, e oltre che per spiegare l’insorgere di malattie lo si chiamava in causa anche per motivare raccolti poco abbondanti, morie di bestiame, incidenti alla propria abitazione), e poteva colpire tutti, ma una categoria particolarmente soggetta agli influssi negativi era ritenuta quella dei bambini.

Più in generale, erano molti i modi per scampare al fascinus o per allontanarlo. Dai già citati rituali si passava a pratiche più semplici, come i gesti apotropaici, scaramantici, di scongiuro (alcuni gesti antichissimi sopravvivono ancora oggi: si pensi al gesto delle corna), ma particolarmente diffusa era la distrazione dello sguardo maligno mediante amuleti: il più diffuso di questi era l’amuleto a forma fallica, ritenuto un mezzo molto potente per allontanare il fascinus (tanto che gli amuleti a forma di falli erano noti con lo stesso termine: anche l’amuleto, cioè, si chiamava fascinus).

Il nostro atelier a napoli

Potrebbero interessarti

Language
Italian
Open drop down